Member Login:

Il ragazzo bilingue nella nostra scuola

23 Oct 2014 2:58 PM | Anonymous

Bilingualism in our Youth Language School: a round-trip ticket

You might think of our school as a train station busy with people who want to share ideas, an espresso at the bar, some new recipe (often moms), soccer formations (usually dads) and especially the endless "Ciao” . The train with all its components is the bilingual child who perceives, communicates and breathes two cultures--constantly traveling on two parallel tracks. On a practical level, the train is a means of locomotion widely used in Italy to travel between cities and is often used by young Italians to reach the school or the university. Like the train that transports travelers from a place to another, the bilingual child carries language and knowledge between two distant cultures, making them closer. The bilingual child take on specific roles by becoming the conductor--when translating between grandparents and family members who speak two different languages--and other times the passenger sharing new adventures, experiences and souvenirs with their fellow travelers.

For the bilingual child, an independence of language is triggered that allows them to get by in both cultures without having to resort to the help of an adult to continually translate. This freedom and independence is one of the most important benefits, because with it comes the confidence of never feeling lost or off track.  Thus, languages become their own round-trip ticket.

Il bilinguismo nella nostra scuola: un biglietto di andata e ritorno.

Si potrebbe  pensare alla nostra scuola come una  stazione ferroviaria  trafficata da gente che ha voglia di scambiarsi  idee,  un caffe’ al bar, qualche nuova ricetta (spesso  le mamme), improbabili formazioni calcistiche (di solito I papa’) e soprattutto interminabili “ciao”.

Il Treno, con tutte le sue componenti e’ Il bambino bilingue che  percepisce, comunica e respira costantemente due culture viaggiando su due binari paralleli.
A livello pratico Il treno e’ un mezzo di locomozione molto usato in Italia per sportarsi  fra le varie citta’ e viene spesso utilizzato dai ragazzi italiani  per raggiungere la scuola o la sede universitaria.
Come il Treno  che  trasporta i viaggiatori da una localita’ ad un'altra, il ragazzo bilingue trasporta i suoi linguaggi e i suoi saperi fra due culture lontane facendo si’ che si avvicinino. Accade cosi’ che  il bambino bilingue assuma di volta in volta un ruolo specifico, diventando macchinista quando si propone di tradurre fra i nonni e I familiari che parlano due lingue diverse e  diventando passeggero quando, con I suoi compagni di viaggio, condivide la sua avventura e scambia esperienze e souvenirs.

 Nel bambino bilingue s’innesta un’indipendenza di linguaggio che gli  permette di potersela cavare in entrambe le culture senza dovere ricorrere continuamente all’aiuto di un adulto che traduca per lui. Il ruolo piu’ importante e’ dato dalla sicurezza di non sentirsi mai perso o fuori binario diventando cosi’ il suo proprio biglietto di andata e ritorno.

                                                                                                 Luisa Narducci O'Gara

The Italian Cultural Center of Minneapolis/St. Paul is a non-profit 501(c)(3) organization
 528 Hennepin Ave | Minneapolis, MN 55403 | (612) 295-4111 

Powered by Wild Apricot Membership Software